Contenzioso Interno ed Internazionale – Arbitrato e composizione stragiudiziale delle controversie

Lo Studio fornisce consulenza ed assistenza nelle trattative volte a prevenire o comporre, in via stragiudiziale, le controversie. Nell’ambito di questa attività, lo Studio offre un servizio tempestivo ed efficiente, completo dell’analisi dei costi e dei benefici derivanti da un’eventuale controversia.

In particolare, assistiamo i nostri clienti nel contenzioso relativo a questioni commerciali e societarie, responsabilità degli amministratori, concorrenza sleale, responsabilità per danno da prodotti, contratti di assicurazione, situazioni di insolvenza e procedure concorsuali, diritti di proprietà intellettuale e violazioni di marchi e brevetti, agendo altresì, per conto dei nostri principali clienti, per il recupero dei crediti.

Lo Studio è in grado di rappresentare gli interessi dei propri clienti nelle controversie giudiziali pendenti in Italia ed all’estero, anche grazie ad un consolidato network di corrispondenti stranieri; fanno altresì parte dello Studio avvocati abilitati ad esercitare nel Regno Unito, Argentina, Spagna, USA e Cina, consentendoci di fornire al cliente un’adeguata assistenza in relazione ad ogni procedimento contenzioso pendente in quelle giurisdizioni.

Inoltre, assistiamo i nostri clienti nei procedimenti arbitrali, nazionali ed internazionali, siano essi ad hoc oppure instaurati presso le principali istituzioni internazionali quali la Camera di Commercio Internazionale e la Camera Arbitrale Nazionale ed Internazionale di Milano.

Ad esempio, di recente, abbiamo concluso con successo un arbitrato a Shanghai presso il CIETAC ed abbiamo in corso procedimenti arbitrali a Londra.

Infine, in numerose occasioni ci siamo occupati con successo della composizione in via stragiudiziale di controversie, anche di valore rilevante, e regolarmente forniamo consulenza al cliente, sia nella redazione che nella negoziazione dei contratti, in merito ai modi di risoluzione delle eventuali controversie ed alla scelta del foro competente.